image TGEAmbiente: il periodico dell’informazione ambientale (EA-nr.15 del 13/12/2015) image TGEAmbiente: il periodico dell’informazione ambientale (EA- st.2 nr.1 del 03/01/2016)

Enciclopediambiente

TGEAmbiente: il periodico dell’informazione ambientale (EA-nr.16 del 28/12/2015)

Scrivici...

Invia messaggio
TGEAmbiente: il periodico dell'informazione ambientale (EA-nr.16 del 28/12/2015)

Chiarimenti interpretativi nuova classificazione rifiuti. La città dei rifiuti, Garbage city. Rifiuti elettronici, ecco chi inquina di più. Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 29 Ottobre 2015, N. 43613. Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 22 Ottobre 2015, N. 42455. Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 22 Ottobre 2015, N. 42441. Decisione Commissione europea 2015/2099/UE: aggiornamento dei criteri ecologici per l’assegnazione del marchio di qualità ecologica dell’Unione europea (Ecolabel UE) ai substrati di coltivazione, agli ammendanti e al pacciame. Quattro nuovi regolamenti di esecuzione del Regolamento 517/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio in materia di Gas ad effetto serra. Glifosato: l’EFSA ne aggiorna il profilo tossicologico. Decisione Delegata (UE) 2015/1959 della Commissione relativa ai sistemi applicabili per la valutazione e la verifica della costanza della prestazione dei prodotti per il trattamento delle acque reflue a norma del regolamento (UE) n. 305/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio.


Chiarimenti interpretativi nuova classificazione rifiuti
La Direzione Generale del Ministero dell’Ambiente ha inviato il 25 settembre scorso una nota a tutte le Regioni e le Province autonome avente come oggetto i chiarimenti interpretativi in merito alla nuova classificazione dei rifiuti introdotta dal Regolamento UE 1375/2014 e dalla Decisione UE 95/2014. Clicca QUI per visualizzare la nota.


La città dei rifiuti, Garbage city.
Cliccando sul seguente link è possibile leggere un interessante articolo sulla gestione dei rifiuti dela capitale egiziana.


Rifiuti elettronici, ecco chi inquina di più
L’Europa nel 2012 ha esportato o gettato in discarica 6,2 milioni di tonnellate di tv, computer, elettrodomestici e cellulari. Rischi per sostanze tossiche come piombo e mercurio e una perdita per l’industria del riciclo tra 800 milioni e 1,7 miliardi di euro all’anno … leggere intero artico.


Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 29 Ottobre 2015, N. 43613
Autorizzazione al trasporto rifiuti e natura dei formulari di identificazione dei rifiuti. Per leggere l’intera sentenza clicca qui.


Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 22 Ottobre 2015, N. 42455
Anche l’attività di custodia di veicoli in sequestro può configurare l’abusiva gestione di rifiuti. Per leggere l’intera sentenza clicca qui.


Corte di Cassazione penale, sezione III, sentenza del 22 Ottobre 2015, N. 42441
Attività di raccolta e trasporto dei rifiuti prodotti da terzi effettuata in forma ambulante. Per leggere l’intera sentenza clicca qui.


Decisione Commissione europea 2015/2099/UE: aggiornamento dei criteri ecologici per l’assegnazione del marchio di qualità ecologica dell’Unione europea (Ecolabel UE) ai substrati di coltivazione, agli ammendanti e al pacciame.
Clicca QUI per visualizzare l’intera decisione.


Quattro nuovi regolamenti di esecuzione del Regolamento 517/2014 del Parlamento europeo e del Consiglio in materia di Gas ad effetto serra.
Ecco a voi i regolamenti:
• Reg. (UE) 2015/2065 formato della notifica dei programmi di formazione e certificazione degli Stati membri
• Reg. (UE) 2015/2066 requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle persone fisiche addette all’installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o disattivazione di commutatori elettrici contenenti gas fluorurati ad effetto serra o al recupero di gas fluorurati ad effetto serra da commutatori elettrici fissi
• Reg. (UE) 2015/2067 requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle persone fisiche per quanto concerne le apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d’aria, le pompe di calore fisse e le celle frigorifero di autocarri e rimorchi frigorifero contenenti gas fluorurati a effetto serra, nonché per la certificazione delle imprese per quanto concerne le apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d’aria e le pompe di calore fisse contenenti gas fluorurati ad effetto serra
• Reg. (UE) 2015/2068 formato delle etichette per i prodotti e le apparecchiature che contengono gas fluorurati a effetto serra.


Glifosato: l’EFSA ne aggiorna il profilo tossicologico
L’EFSA e gli Stati membri dell’UE hanno portato a termine la nuova valutazione del glifosato, una sostanza chimica ampiamente utilizzata nei pesticidi. Il rapporto conclude che è improbabile che il glifosato costituisca un pericolo di cancerogenicità per l’uomo e propone nuovi livelli di sicurezza che renderanno più severo il controllo dei residui di glifosato negli alimenti. Tale conclusione sarà utilizzata dalla Commissione europea per decidere se mantenere o meno il glifosato nell’elenco UE delle sostanze attive approvate, e dagli Stati membri dell’UE per valutare ex novo la sicurezza dei prodotti fitosanitari contenenti glifosato che vengono impiegati sui loro territori … Clicca QUI per visualizzare l’intero articolo

10°
Decisione Delegata (UE) 2015/1959 della Commissione relativa ai sistemi applicabili per la valutazione e la verifica della costanza della prestazione dei prodotti per il trattamento delle acque reflue a norma del regolamento (UE) n. 305/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio.
Clicca QUI per visualizzare l’intera decisione.

Post correlati
  • Tutti
  • Per autore
  • Per categoria
  • Per tag

Rispondi

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.