Zona di protezione ecologica Vigilanza del mercato

Enciclopediambiente

Zona vadosa/zona aerata/zona insatura

Scrivici...

Invia messaggio
Zona vadosa/zona aerata/zona insatura

In idrogeologia è la porzione della terra che si estende fra il piano campagna e la zona freatica (o acquifero) sottostante ove l’aria è alla pressione atmosferica, mentre l’acqua è ad una pressione minore di quella atmosferica. In tale zona i pori tra i granuli di terreno sono parzialmente riempiti con acqua che filtra lentamente verso il basso per gravità alimentata direttamente dalla superficie; il restante spazio dei pori libero dall’acqua è occupato dall’aria. Il movimento dell’acqua nella zona insatura è studiato in idrologia, idrogeologia e pedologia e risulta di fondamentale importanza in agricolutra, nel trasporto dei contaminanti e nella modellizzazione delle inondazioni. L’equazione di Richards è spesso usata per descrivere matematicamente il flusso dell’acqua nella zona insatura che può avvenire per capillarità o per altri meccanismi. La ricarica degli acquiferi generalmente avviene grazie alle precipitazioni più copiose e costanti che hanno la possibilità di infiltrarsi attraverso la zona insatura fino al livello freatico. La zona insatura può essere a sua volta suddivisa in tre zone:

  • zona di evapotraspirazione: è la zona che sta a contatto con la superficie; la circolazione dell’acqua è sempre verticale e può essere in due direzioni: sia in ingresso, quindi in alimentazione della falda, sia in uscita per azione combinata dell’evaporazione e della traspirazione, normalmente denominata evapotraspirazione. Lo spessore di questa zona è molto variabile a seconda del clima e della vegetazione, normalmente è attorno ai 2 metri. La saturazione in questa zona varia tra un minimo del 75% ed un massimo del 100%;
  • zona di transizione: la zona di transizione si trova al centro della zona insatura; in questa zona le acque circolano solo verso la falda. Qui possiamo trovare acque igroscopiche e vapor d’acqua; la saturazione è intorno al 75%. Questa zona non ha alcun legame idraulico con la zona satura. L’acqua che si trova in questa zona è detta acqua vadosa;
  • frangia capillare: è la zona che sta immediatamente al di sopra della zona satura ed ha con essa un legame stretto, infatti alle oscillazioni della zona satura, il movimento delle acque è verticale e bidirezionale a seconda dei movimenti della falda.


Valuta