Desorbimento termico Detriti

Enciclopediambiente

Desorbimento termico con processo termico anaerobico (ATP)

Scrivici...

Invia messaggio
Desorbimento termico con processo termico anaerobico (ATP)

L’unità di desorbimento termico è costituita da un tamburo rotante orizzontale suddiviso per camere di combustione. L’alimentazione avviene nel primo comparto, la cosiddetta “zona di preriscaldamento”, dove si raggiunge una temperatura tra i 150 e i 315 oC che comporta la vaporizzazione dell’acqua interstiziale e degli idrocarburi leggeri. 

Il materiale viene quindi inviato al contiguo comparto, la “zona di reazione”, ove la temperatura è di circa 600 oC in un’atmosfera praticamente priva di ossigeno, dove gli idrocarburi pesanti vengono vaporizzati e soggetti a cracking termico per pirolisi.

Infine le particelle di suolo si muovono verso la “zona di combustione” attraverso un dispositivo di tenuta dinamico.

ATP

Valuta