Capillarità Campione

Enciclopediambiente

Cancerogeno

Scrivici...

Invia messaggio
Cancerogeno

Un agente carcinogeno o cancerogeno, (rispettivamente dal greco Καρκίνος o dal latino Cancer, granchio, col suffissoide -geno, dal greco Γένεσις, genesi, che genera cancro) è un fattore chimico, fisico o biologico (molecola o miscela chimica, radiazione, agente virale, batterico, fungino, animale, condizione di esposizione) in grado di causare tumori o favorirne l’insorgenza e la propagazione. L’Organizzazione mondiale della sanità, tramite lo IARC, classifica questi fattori o agenti espositivi, valutandone il grado di rischio, secondo criteri generali condivisi dalla comunità scientifica internazionale.

Mutagenicità e cancerogenicità possono essere correlate, visti i meccanismi biomolecolari che sovraintendono a molte funzioni cellulari, ma molti mutageni sono cancerogeni e alcuni cancerogeni non sono mutageni.

Le varie metodologie di classificazione degli agenti cancerogeni riguardano una vasta tipologia di fattori, ma generalmente per carcinogeno, se usato come sostantivo, si intende una molecola o una miscela che provochino il cancro (il fumo è carcinogeno, il benzene e carcinogeno, eccetera), non è comunque scorretto definire cancerogeno un fascio di neutroni, anche se è più in uso definire che abbiano effetti cancerogeni.

A livello internazionale, l’International Agency for Research on Cancer IARC, agenzia dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) classifica i carcinogeni noti in 4 gruppi:

  • Gruppo 1: l’agente (composto) è sicuramente cancerogeno per l’uomo. Le circostanze di esposizione danno luogo a esposizioni che sono cancerogene per l’uomo.
  • Gruppo 2A: l’agente (composto) è probabilmente cancerogeno per l’uomo. Le circostanze di esposizione danno luogo a esposizioni che sono probabilmente cancerogene per l’uomo.
  • Gruppo 2B: l’agente (composto) è forse cancerogeno per l’uomo. Le circostanze di esposizione danno luogo a esposizioni che forse sono cancerogene per l’uomo.
  • Gruppo 3: l’agente (composto o circostanza di esposizione) non è classificabile in base alla sua cancerogenicità per gli uomini.
  • Gruppo 4: l’agente (composto) è probabilmente non cancerogeno per l’uomo.


Valuta